mercoledì 3 gennaio 2007

Attenzione deliri in corso!!!

Ciao a tutti, oggi mi è stato segnalato questo sito: http://www.storialibera.it come fonte di deliri pronti per l'uso! Inutile dire che sono rimasto sconcertato anche se ne ho letto solo qualche riga!!!
La prima cosa che davvero non ho mandato giù è la seguente: in un box nella pagina principale scorre sotto il titolo "In Evidenza" il seguente messaggio:
"L'insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell'identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte" (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2267).
Sono IMBARAZZATO! Personalmente reputo questa citazione una pura bestemmia, un assurdo che va contro tutto quello in cui ho sempre creduto! Se ci fosse scritto davvero, senza precisazioni, potrei reputarmi Cristiano punto e basta.
Credevo di potermi indignare a causa delle mistificazioni e delle strumentalizzazione ma qui si va proprio oltre, si scomoda la Chiesa (e quindi la religione) per giustificare una condanna a morte, si estrapola una frase da un contesto, si cerca un cavillo nelle montagne di documenti e citazioni per giustificare un fatto politico con la Fede! E nelle pagine accanto si ridisegna la storia dell'Islam e il suo progetto di dominio del mondo! Ma non vi accorgete che le due cose stridono? La giustificazione religiosa ad un atto di violenza la potete usare solo voi? E perchè i musulmani no? Signori miei io professandomi per primo ignorante degli ignoranti mi arrogo socraticamente il diritto di dire che se io so di non sapere VOI PROPRIO NON AVETE CAPITO NIENTE!
Davvero non ce la faccio, ho visto un millesimo di quel sito e mi è bastato, sono esausto, sono distrutto da una tale concentrazione di falsità. Si cita Orwell in 1984 con la frase "Chi controlla il passato controlla il presente!", e si definisce l'intento del sito quello di riscrivere ed insegnare la storia libera dalle ideologie che ne hanno fino ad ora caratterizzato la sua tradizione alle generazioni successive! Si nota una sorta di isteria e di metodica e meticolosa demolizione di quanto diverso dalle proprie idee, si alimenta l'odio, si alimenta la paura del diverso, si creano nuovi luoghi comuni, si chiude il cervello proponendo tutto in forma "frontale" e non lasciando alcuna possibilità di replica all'interno del sito: non si può commentare, non c'è un forum, non c'è un confronto solo una imposizione delle proprie idee.
Sono stanco morto ma si acceso in me un desiderio di ribellione a tutto questo, una voglia di discutere alla pari che qui soddisfo buttando a casaccio le mie idee, le mie reazioni, i miei commenti, lasciando comunque la possibilità di commentare quanto scrivo.
Non mi dedicherò a rispondere a tutte le panzane elencate nel sopracitato avamposto telematico del fondamentalismo cristiano, ma, visto che ce n'è tanto bisogno mi darò da fare per dare controinformazione, per dare le fonti e non solo le opinioni personali in merito a quello che succede e che ci succede, ma soprattutto mi voglio impegnare con ogni mezzo per creare una cultura di fondo che si basi sull'uso della propria testa per fare discernimento sui problemi così da fare in modo che fonti di informazione unilaterali e deliranti come il sito in questione arrechino meno danni possibile ai nostri cervelli e alle nostre vite.
Vado a dormire arrabbiato; non intasate blogger coi commenti mi raccomando, ma soprattutto PENSATE CON LA VOSTRA TESTOLINA prima che vi scopriate un giorno a credere a panzane e a strumentalizzazioni di bassa lega.
Buonanotte a tutti, anche agli insensati fanatici integralisti fondamentalisti di quel sito del cavolo :-P
bYe,
Andy

2 commenti:

  1. Che schifo... io l'ho sempre detto che bisognerebbe distruggerle tutte le religioni! La chiesa è un male da debellare e tutti i credi del mondo di conseguenza. Sono dell'idea che COLUI o COLORO che ci hanno creato non se lo meritano... bisognerebbe mettersi in testa che qualcuno/qualcosa ci ha messo l'universo a disposizione: sta a noi utilizzarlo nel migliore dei modi e convivere in modo decente. Tutte le stronzate, le storie, i credi, i riti, le celebrazioni, le adorazioni, le preghiere... e via dicendo le reputo solo cazzate di cui l'uomo ha bisogno o per un sorta di ruffianaggine ( cosa sperate che vi aspetti il paradiso se fate i bravi? ) o perchè si è fatto educare dalla società che lo circonda. Bisogna andare a messa la domenica, bisogna andare alla mecca una volta nella vita, bisogna infilarsi un dito nel *** ... fra un pò diranno anche quello.

    Ancora non mi capacito del fatto che molte persone, anche quelle che reputo intelligenti si ostinino a sentire il bisogno di una religione, e quindi di una dottrina.

    Bah...

    RispondiElimina
  2. Come ho già avuto modo di dirti in una bella chattata notturna sull'argomento non sono d'accordo nel tuo assolutizzare ma non nego che esistono dei modi "comodi" di vedere e di vivere la religione! Ho sempre apprezzato la tua schiettezza ma soprattutto la precisazione che metti sempre nel dichiarare le tue opinioni: anche se assolutizzi (e va beh.. :-P) ribadisci che queste sono le TUE riflessioni, non la verità assoluta e insindacabile!
    Sembra naturale aspettarsi un comportamento del genere in una discussione "normale" ma se esiste il fondamentalismo (come abbiamo avuto modo di constatare più volte) è perchè l'umiltà di ammettere di non avere capito tutto pur essendo convinti nel dichiarare il proprio pensiero sembra essere merce rara al giorno d'oggi.
    Grazie del commento!
    Andy

    RispondiElimina