martedì 13 febbraio 2007

ArchLinux

Ciao a tutti, questo week-end ho dato seguito ad una decisione presa già da una settimana e ponderata da diverso tempo: sono passato da Kubuntu ad ArchLinux.
Ho preso questa decisione dopo aver configurato XGL su Kubuntu per far andare un po' più fluido Beryl sul mio portatile, il mitico KuBook. Ho "scoperto" questa distribuzione grazie alla conferenza su Linux svoltasi al Poli a dicembre e a cui ho dato una mano col un bachetto su Kubuntu e KDE.
In pratica cos'è ArchLinux? Innanzitutto è una distro da configurare! Sin dall'installazione richiede conoscenze sicuramente maggiori di quelle richieste per installare una Debian funzionante senza troppe pretese. Ma perchè sbattersi tanto se l'evoluzione della Debian -> Ubuntu con KDE -> Kubuntu funziona proprio bene?.... semplice perchè Arch è compilata per i686 e quindi sfrutta le funzioni complesse tipiche dei processori dai PentiumII in su e non si limita anacronisticamente ad utilizzare le chiamate base del processore come le distro supercompatibili con tutti i processori x86 e quindi tipicamente compilate per usare le fuzioni del 386.
Il fatto di avere una distro compilata non proprio per la propria architettura specifica, ma "quasi" e senza sbattimenti di sorta (vedi Gentoo) migliora di molto le prestazioni su macchine di per sè più lente.
Eccomi allora ad avventurarmi con Arch. Tra una configurazione e l'altra, tra moduli da attivare e demoni da combattere ;-) sono riuscito a configurare tutto (tranne lo scroll sul Touchpad... le ho provate tutte sigh!) e il risultato è più che soddisfacente, anzi STUPEFACENTE!
Le prestazioni del mio portatile sono assolutamente superiori a quelle che aveva con Kubuntu, se poi parliamo di Beryl devo dire che non ho più la necessità di mettere XGL per avere delle animazioni fluide.
I programmi si caricano in pochissimo tempo, il sistema è più reattivo, tutto funziona a meraviglia, tranne il TouchPad :'-(, ma soprattuto tutto quello che non funzionava l'ho saputo mettere a posto e in questi due giorni ho imparato tantissime cose, dalla necessità di fare una condivisione con NFS per fare il backup dei dati, all'attivazione dei vari moduli e demoni che servono per far girare il sistema al meglio, per non parlare di ulteriori scoperte epocali sul mitico xorg.conf !!!
In tutto questo la wiki di ArchLinux e i suoi forum sono stati una miniera di informazioni, anche se non avete e/o non installere Arch vi consiglio di dare un'occhiata perrchè sono proprio fatte bene.
Che dire, dopo gli esami tra le altre valanghe di post che dovrò scrivere metterò anche i tratti salienti di questa installazione (che mi sono annotato apposta) così da dare meglio un'idea delle conoscenze che servono per installare tranquillamente questa bella distro e con la speranza di smontare miti di difficoltà estreme e invogliare i più temerari di voi a dare una possibilità a voi e a distro che come questa sono più ostiche ma di cui poi si apprezzano molto i risultati.
Per ora godetevi il mio parco screenshot di qualche minuto fa dopo l'installazione (doverosa) di NeverBall direttamente da pacman, l'intelligente package system di Arch.
Buona notte,
e buon divertimento,
Andy

Il mio desktop poco fa!

3 commenti:

  1. Ci farò un pensierino Andy.

    La versione nuova è stata appena rilasciata giusto???

    RispondiElimina
  2. Grande Luca, non ti ho ancora ringraziato per le info su XGL per cui colgo l'occasione, mi saranno comunque utili perchè ho intenzione lo stesso di provare come gira su Arch!
    Tornando ad Arch l'ultima versione stabile è la 0.7.2 Gimmick che è datata Maggio 2006 ma aggiornando i pacchetti ti ritrovi comunque su l'ultima la 0.8 Voodoo.
    Da come andava il tuo potatile ti consiglio prima di provare prima una Kubuntu se, come dicevi, vuoi familiarizzare con KDE. Installando Arch devi mettere in conto che è vero che impari molto in poco tempo ma i problemi che incontri sono spesso "importanti" e proprio sistemando per necessità quei casini si impara tantissimo.
    Che dire: per uno come me che ha iniziato una anno fa con Debian non è stato altro che mettere una pezza alla nostalgia da console e da Xorg che non si avvia alla prima botta dopo l'installazione! :-)
    Viva Linux!
    Andy

    RispondiElimina
  3. benvenuto nella community di Arch andy :)

    RispondiElimina