lunedì 5 maggio 2008

Aggiornamenti

Bien! Ciao a tutti!
Dopo le bloggate politiche, che purtroppo non sono servite a tantissimo (anche se per fortuna il flop democratico non è stata una tragedia totale)... mi sono preso un pausa (come avete visto) dalla vita digitale, diciamo che non ne potevo più di scrivere, bloggare, sistemare il sito e robe varie... anche perchè ci ho dato dentro anche con il sito degli Ammazzacaffè, che potete trovare sul "dominio serio" ammazzacaffe.com

Il 25 aprile in serata, siamo andati a Tradate a sentire Padre Alex Zanottelli e Don Luigi Ciotti.
Due grandi, non c'è che dire, ci hanno proprio svegliato fuori e fatto venire ancora più voglia di sbatterci per le cose in cui crediamo. Ci hanno raccontato dei grandi problemi del nostro tempo, dei movimenti di Mafia e poteri forti e senza scrupoli, della distorta idolatria del profitto che arriva a non considerare più nemmeno la vita umana in favore del soldo.
Contro tutto questo e per un mondo migliore dobbiamo e possiamo darci da fare con le scelte quotidiane. Ogni giorno possiamo mettere una briciola a favore di quello in cui crediamo, semplicemente con il nostro atteggiamento, con una parola invece di stare complicemente zitti una volta in più, con le nostre piccole scelte e il nostro stile di vita e di relazione con gli altri.
È stato davvero un bell'incontro ricco di spunti, di allarmi sui problemi veri del nostro mondo, ma anche di grande vitalità, di grande speranza nella capacità dell'uomo di tirarsi fuori dai casini che volente o nolente ha combinato, ed è stata ovviamente anche una bella testimonianza di fede, intesa in modo attivo, come fede in un Dio che soffre lui stesso per queste situazioni di povertà, ingiustizia e disuguaglianza ma che da una mano ai piccoli di questo mondo attraverso tante persone che sanno farsi loro stesse piccole, per poter essere autentiche portatrici consolazione, aiuto, supporto, ma anche "disgusto" per dove siamo arrivati, denuncia e quindi finalmente giustizia e pace.

Con Giovani idee sta procedendo la raccolta firme per la petizione sulla ciclabilità, per far ricordare al sindaco e alla giunta che a Rho i ciclisti esistono eccome :-)
Siamo arrivati a poco meno di 1000 firme, ma non sarà difficile arrivarci entro la consegna del malloppo.
Ed è stato proprio ad un banchetto firme che ho incotrato il mio vicino che va in bici da corsa... e ne ho approfittato per aggregarmi al raid domenicale.
Ma la bici la lascio ai prossimi rapidi post per non mettere troppa carne al fuoco qui :-)

Nessun commento:

Posta un commento