lunedì 10 novembre 2008

Che tanto il mondo passerà di qui, prima o poi...

Ed eccoci ancora a bloggare grazie all'iPhone. È davverouna bella cosa poter sfruttare in questo modo i tempi morti come questo.
Ormai le mie bloggate sembrano intimamente legate ai pullman, eh già, sembra incredibile ma anche da queste partì sono in ritardo :-o
Non l'avreete mai dettò eh? E invece la media del ritardo classico è attorno ai 10 minuti mentre il Massimo che mi è toccato finora sono stati 20 minuti che non è proprio cosí trascurabile a pensarci!

Fortunatnamente ho già mangiato al bar dell'ESCAPE (il centro sportivo/ricreativo annesso all'ESTEC), pensare che mi sono praticamente ustionato a mangiare di corsa le lasagne che ho ordinato... e dopo un sacrosanto double-espresso (ultima fonte di caffeina reperibile) ho fatto pure di corsa mettendoci la metà del tempo, o 10 minuti di strada che separano questa fermata dall'entrata dell'ESTEC.

Che dire, stsrra stiamo per battere il record, dato che tra pochi secondi mentre scrivo saranno le 8 e il pullman doveva passare alle 7 meno un quarto.

Oggi bella giornata, ho fatto l'esperimento di venire a piedi da Katwijk, nonostante la pipggrrellina che mi ha accolto a metà strada non di ho messo piú di mezz'ora!
In tarda mattinata ho assistito alla "Ad personam lecture" i uno scienziato danese che è stato responsabile di alcuni strumenti importanti su Hubble con i quali ha fatto in questi anni diverse scoperte. È stato molto onteressante, ha fatto preticamente una presentazione comprensiva sulla conquiste della cosmologia attuate principalmente nell'ultimo secolo e oggi sempre piú indagate ed espanse grazie ai nuovi osservatori spaziali. Bello!

Il pomeriggio mi sono rimesso subìto al lavorò sul documento che devo finite entrò stasera (o stanotte, per questo la caffeina).

Niente da fare, per stasera va cosí, del 60 neanche l'ombra e allora ne ho preso in altro (ironia della sorte: eta quello per Leiden) e mi sono fatto scaricare all'unica fermata in Katwijk... Abbastanza lontana dal mare da costringermi a 5 minuti buoni di cammino per raggiungere "quella stanza che da un po' chiamo casa".

Auguratemi buona passeggiata... che c'è davvero un bel vento e non vorrei mi scappasse l'iPhone!
(Poi direi che vi ho già rotto abbastanza con questa telecronaca!)

Bon, allora alla prossima, sperando che non abbia a che fare ancora coi pullman!

PS: proprio mentre finisco di scrivere, mi imbatto in due simpatici adolescenti "autoctoni" intenti ciascuno ad un lato della strada di scorrimento dov'è vanno sui 70 all'ora, a simulare di avere qualcosa come una corda tesa a mezz'altezza... Quando arriva una macchina fanno finta di alzare e tendere come una rete costringendo il malcapitato a frenare piú o meno bruscamente nel dubbio!
Funzionerà per via della luce gialla di lampioni che confonde le idee m'a è davvero divertente e da provare e rifare :-D ... ri-bYe

mercoledì 5 novembre 2008

La Storia volta pagina con Barack Obama

Devo ammettere ragazzi, che ero piuttosto teso per queste elezioni, ieri ho rapidamente cercato i risultati in serata, ma non c'era ancora nulla. Stamattina ho fatto ben tardi perchè ero un po' stanco e perchè dovevo un po' sistemare la camera.
Ora sono di nuovo in pullman a bloggare con questa spettacolare app dell'iPhone...

Che è successo? È successo che stamattina ho dato un'occhio ai risultati... E la sorpresa è stata Obama.
Sono rimasto senza parole dalla grandezza di questo evento che per la mia modesta opinione fa voltare pagina alla storia.
Non solo perché finalmente (come titola il NY Times) "cade la barriera razziale" ovvero l'America ha il suo primo presidente nero, ma soprattutto perchè finalmente dopo anni, nello Studio ovale siederà una bella persona... Già, Barack Obama è una brava e bella persona.

L'America ha avuto il coraggio (o la disperazione diranno alcuni) di scegliere una brava e bella persona, un abile ed onesto politico che non conta frottole ed in piú un giovane, per la guida del paese.

Ora tutto il mondo deve essere contento e speranzoso, per quanto sarà lo stesso complicato e ci vorrà tanto tempo e duro lavoro, ora abbiamo "tutti" un presidente americano che la vede cosí:
"...because I'm my brother's keeper, I'm my sister's keeper..." "...chi si deve prendere cura del mio fratello sono io per primo, chi si deve prendere cura della mia sorella sono io per primo..." e solo cosí il cambiamento sarà possibile.

Questo è secondo il piú grande elemento di speranza ed una positiva iniezione di vitalità, positività e fratellanza nella diffidente società americana e occidentale in generale.

Da qui dobbiamo partire in America, in Europa e nel mondo, per creare un sistema globale pluralistico, multiculturale, giusto e al tempo stesso efficiente dove regni il rispetto nei confronti dell'altro piuttosto che il cieco antagonismo, la condivisione e il "farsi carico" (il card. Martini direbbe "Farsi Prossimo") piuttosto che la chiusura, l'egoismo e l'indifferenza.

Oggi il mondo volta pagina, si è svecchiato, è dinamico e ha tutte le carte in tavola per fare meglio che finora.

Forza Barack, sei davvero il presidente di tutti, lavora sodo per un mondo piú umano e piú giusto.

Le speranze di milioni di persone sono nelle tue mani, da ottimo slogan elettorale falle diventare realtà!

Buon lavoro Presidente!

martedì 4 novembre 2008

Mattina...

Oggi la giornata si prospetta tosta, ma ho sbagliato a puntare la sveglia e ho perso il passaggio presto. Poco male sono in pullman sulla mitica Linea 90 che si fa la spola ogni ora tra (nientepopódimeno che) le stazioni di Harlem e dell'Aia. ( la cittá non quella delle bistecche... :-| )
Comunque sono in Olanda su un bus... E fuori dal finestrino chi ti vedo? Una vecchia amica di sempre! "Che dici la saluto?", "Secondo te si ricorda di me?", "Ma si dai proviamo:" "Uella Nebbia!" "Già, sono io il tuo ammiratore milanese, hai visto che ci si becca dove meno te lo aspetti?"
Ed infatti sembra proprio una mattina milanese di inverno inoltrato questa qui.
E la nebbia ha sempre il suo fascino anche in Olanda e poi tra questi campi ne viene su davvero tanta e arriva fino al mare e a questo punto la domanda sorge spontanea: quanto si spingerà dentro al mare stesso? Continuerà per qualche centinaio di metri o piuttosto si fermerà quasi subito?

sabato 1 novembre 2008

Blogwriter Lite per iPhone & Aggiornamenti

Che dire ragazzi, ho appena trovato sull'AppStore questa bella applicazione e non resisto alla voglia di provarla.
Se funziona è proprio una bella cosa!

Per il resto sono qui nel mio lettino dopo la seconda settimana di internship all'ESTEC di Noordwijk.
Come molti di voi sanno, sono qui per sviluppare insieme ai compagni rimasti a Milano, il sistema di Controllo di Assetto, ADCS (Attitude Determination and Control System) per ESMO, (European Student Moon Orbiter). Questo satellite lunare se tutto andrà come previsto nel 2012 partirà alla volta del nostro satellite naturale per fare un po' di belle foto e alcuni esperimenti interessanti, ma la cosa forse più interessante è proprio il fatto ché il tutto sia progettato nel dettaglio da teams di soli studenti, che da molte università europee e canadesi si stanno dando da fare insieme con i professori che li supportano e i fortunati che sono e verranno da queste parti, insieme anche agli esperti dell'ESA che a cui possiamo chiedere due dritte.

Le prime due settimane sono andate bene, ora abbiamo due scadenze ravvicinate ma è meglio affrontarle una per volta ;-)

L'Olanda è davvero carina, essere all'ESTEC a lavorare anche solo come stagista non mi sembra vero, sí ora sto già entrando nell'ottica ma se rifletto un attimo a freddo mi dico "Caspiterina!" :-)

A parte le persone e la vista (seppur da lontano) delle montagne... l'Italia non mi manca, forse perchè sono qui da poco, ma anche perchè con l'aereo è relativamente vicina.

Ora vado a nanna sul serio che se no butto via parte del sonno del weekend e non va bene!

Questa App comunque è una figata!
Ah promemoria, devo postare le foto che ho fatto finora tra cui quelle del mare di lunedí!

Caspita questa settimana è davvero volata!

Buonanotte a tutti e buon weekend!

bYe,
Andy